A tutti i nostri allievi/e,

alle loro famiglie

ai docenti e formatori

Torino, 9 novembre 2020

Avanti! …con un occhio allo specchietto retrovisore!

Guidare la macchina ha qualcosa di magico e affascinante. Sei nella condizione di decidere la direzione e la velocità. Dà la sensazione di avere tutto sotto controllo e anche con una certa sicurezza, perché la carrozzeria è come un’armatura che protegge. È slanciata verso il futuro, perché guarda avanti e si muove frontalmente. Qualche volta si va in retromarcia, ma sono piccole manovre per togliersi da spazi limitati o per mettersi nella condizione di partire.

Eppure in ogni macchina ci sono gli specchietti retrovisori. Sono accessorio fondamentale e devono dare una buona visibilità. Quando ho fatto il mio esame di guida da privatista, non ho frequentato la scuola guida, i miei amici mi avevano dato molti consigli, tra cui anche: «Una volta seduto per prima cosa controlla gli specchietti retrovisori e mettili a posto».

Può sembrare sciocco, ma non è esagerato. So di giovani che sono stati bocciati all’esame di guida perché non avevano controllato gli specchietti. La questione è questa: come fai a metterti in movimento, ad uscire da un parcheggio, se non sai chi arriva da dietro e cosa ti sta succedendo attorno? È un fattore essenziale di sicurezza, la tua e quella degli altri. E anche quando sei in movimento lo sguardo va sugli specchietti retrovisori, in modo più o meno frequente, ma sicuramente tutte le volte che c’è uno spostamento a destra o a sinistra.

Dove voglio andare a concludere? Abbiamo appena iniziato questa nuova fase di limitazioni a causa della pandemia. Tutti ci auguriamo che questa fase sia breve e che presto recupereremo buona parte della nostra libertà e dei nostri movimenti. Ma non è un tornare indietro nel tempo, al tempo del lockdown. Non è come nella scorsa primavera, dove siamo stati colti all’improvviso. Ora conosciamo le fatiche, le dinamiche, le opportunità di questa situazione. Un piccolo sguardo indietro, come nello specchietto retrovisore, ci consente di muoverci in sicurezza, limitando gli affanni e il disagio, e cercando di valorizzare quanto di buono e utile ci può essere. Evitiamo di perdere tempo a lamentarci. E viviamo al meglio delle nostre capacità e possibilità.

Faccio una mia piccola lista di attenzioni: l’uso organizzato e riconoscente del tempo; la cura delle relazioni con i familiari e con chi è nella malattia; la possibilità di ritagliarsi tempi di preghiera e meditazione; il senso di responsabilità verso gli altri e il rispetto della propria e altrui salute; l’esperienza della sobrietà e del vivere con ciò che è essenziale…

«La storia è maestra di vita» nella misura in cui ogni tanto sappiamo guardare nello specchietto retrovisore. E così andare avanti in sicurezza e senza rifare gli errori del passato.

Don Claudio Belfiore

Direttore

Gli appuntamenti della settimana:

Per i ragazzi che lo desiderano, tutte le mattine alle ore 8.15,  è previsto il        “ Buongiorno ” da parte di don Ugo.

Occorre vivere bene questo periodo per non intristirsi e rovinarsi il presente e i prossimi mesi.

Per ogni anno di corso è dedicato un giorno della settimana:

  • Il LUNEDI per le classi prime
  • Il MARTEDI per le classi seconde
  • Il MERCOLEDIper le classi terze
  • Il GIOVEDIper le classi quarte
  • Il VENERDIper le classi quinte

Iscriviti alla classroom di ANIMAZIONE, il cui codice per il BIENNIO è mx5orpx mentre per il TRIENNIO è jsietjp. Lì troverai materiali e il link per i buon giorni meet fatti insieme durante la settimana.

Questa settimana inizieranno anche le attività laboratoriali in presenza sia per il Triennio ITT ( ingresso ore 9 ), sia per la 3 e 4 Liceo Scientifico opzione scienze applicate ( ingresso ore 8.15 ).

Torino, 9 novembre 2020

 

Recent Posts